Pagina Stefania Nardini - Torsa

Torsa Paradiso Roveredo
Vai ai contenuti

Pagina Stefania Nardini

Arbe salvadie
.

a cura di
Stefania Nardini

IL CJANTON DA L’ARBE SALVADIE
Una ricchezza senza eguali

Il “nostro” Triangolo racchiude una ricchezza floristica senza eguali. Delle oltre 3300 specie di piante superiori (per intenderci, dalle felci ai pioppi) annoverate in regione, almeno 700 sono presenti nella zona di Torsa, Paradiso e Roveredo. La ragione di un così alto numero di specie diverse è dovuto principalmente al fenomeno delle risorgive che hanno saputo sia fare “da culla” a specie nuove come gli endemismi, ossia piante che non compaiono in nessun altro luogo al mondo, sia ad alcune specie scese in pianura durante le ultime fasi glaciali (dealpinismi) migliaia di anni fa, e che hanno potuto godere della frescura data dalle acque sorgive per mantenersi sotto quota anche dopo il ritiro dei ghiacci, allontanandosi così per centinaia di chilometri dalle consorelle

.

Gladiolus palustre, “spade di cjamp”
Purtroppo in questi ultimi decenni sono stati fatti sparire dal territorio a noi vicino ambienti unici come le olle originarie, con il contorno di vegetazione a fasce concentriche che le accompagnavano. Si tratta di esempi ormai rari, riscontrabili nella loro integrità solo in piccole zone nei limitrofi comuni di Rivignano, Talmassons e Castions di Strada.

Prato con fioritura di Primula farinosa, “marculine”

La primula farinosa è una pianta erbacea che cresce spontaneamente nei prati e boschi appartenente alla famiglia delle Primulaceae. La Primula farinosa appartiene al genere il quale comprende circa 500 specie. Anche la famiglia di appartenenza è ampia e comprende 12 generi, diffusi quasi esclusivamente nella zona temperata boreale. Dato il grande numero di specie del genere Primula, questo viene suddiviso in trentasette sezioni. La specie di questa scheda appartiene alla sezione Farinosae caratterizzata dall'avere le foglie glabre o cosparse di minutissimi peli, l'infiorescenza inoltre possiede delle brattee gibbose o a base saccata

Ornitogalum umbellatum, ”lat di gjaline”
Per quanto concerne il fenomeno del dealpinismo: a quanti di voi è capitato di vedere un giglio martagone (Lilium martagon, “zi di bosc”) all’interno dei boschetti ripariali lungo il Torsa? O chi non conosce la Primula farinosa, in friulano nota come marculine, perché dedicata a San Marco visto che intorno al 25 aprile essa è nella sua massima fioritura.

Erucastrum palustre lungo le rive di una roggia
A testimonianza però di quello che doveva essere un tempo anche da noi un paesaggio esteso e di impareggiabile valore naturalistico (anche se paludoso e per certi versi malsano) rimangono le piante di Erucastrum palustre (cavolo di palude, in friulano “ardicòs”), endemismo che ha trovato rifugio, ma ormai sempre più raramente lungo le rive delle rogge

(ATTENZIONE A NON RACCOGLIERLO E A NON
DANNEGGIARLO IN ALCUN MODO!!!)
,

,

By Appo Tony p iva 01017370303
copyright torsa .it è un servizio di memoria storica marchi , msnoscritti .foto, possono essere registrati dai rispettivi proprietari
Torna ai contenuti